Il sistema FISHTECH

Dal 1° gennaio 2011, con l'entrata del Regolamento Comunitario 1924/2009, le imprese di pesca di qualsiasi natura e struttura, devono adeguarsi alle nuove direttive che consentano agli Organi di controllo di ricevere informazioni immediate in termini di sforzo di pesca e la tracciabilità del prodotto messo in commercio. Infatti il legislatore ha imposto ai produttori di provvedere alla etichettatura delle cassette del pesce inserendo informazioni mai richieste prima. Il comma 4 dell'art. 58 del suddetto Regolamento recita testualmente: “Gli Stati membri provvedono affinché gli operatori dispongano di sistemi e procedure per identificare gli operatori che hanno fornito loro le partite di prodotti della pesca e dell’acquacoltura e a cui sono stati forniti tali prodotti. Le informazioni al riguardo sono messe a disposizione delle autorità competenti che le richiedano”. Il comma successivo stabilisce che allo sbarco il produttore deve fornire tutta una serie di informazioni minime quali:

numero di identificazione di ogni partita;
numero di identificazione esterno e nome del peschereccio o nome dell’unità di produzione in acquacoltura;
codice FAO alfa 3 di ogni specie;
data delle catture o data di produzione;
quantitativi di ciascuna specie in chilogrammi di peso netto o, se del caso, numero di individui;
nome e indirizzo dei fornitori;
informazioni ai consumatori previste all’articolo 8 del regolamento (CE) n. 2065/2001: denominazione commerciale, denominazione scientifica, pertinente zona geografica e metodo di produzione;
se i prodotti della pesca siano stati precedentemente surgelati.

Le suddette informazioni devono essere presenti direttamente sulle cassette del pesce mediante etichetta autoadesiva; tale procedura permette agli Organi di controllo di risalire all'origine del prodotto prima e meglio rispetto alle modalità precedenti (mediante i soli documenti di trasporto e fatture di vendita).
Al momento dello sbarco, come si può facilmente intuire, la creazione immediata di etichette riportanti tutte le informazioni richieste è di difficile attuazione specie per le imprese meno strutturate e con imbarcazioni di piccolo cabotaggio. Per la flotta regionale di piccola pesca è infatti impensabile detenere a bordo attrezzature elettroniche atte a stampare etichette nonché possedere un programma di gestione della tracciabilità da rendere disponibile alle Autorità in ogni momento.
La gestione delle attività sopra elencate coinvolge una serie di variabili che, se non organizzate e gestite nella maniera più corretta, rischia di allontanare l'idea di ottimizzazione dei flussi operativi. Per tale motivo si necessita di uno strumento completo che possa soddisfare le attività operative specifiche della collettività. Parliamo di identificazione delle imbarcazioni in banchina, registrazione del pescato per singola imbarcazione, gestione clienti, vendite dirette, carico telematico della fornitura di grossisti esterni, produzione della documentazione cartacea per gli enti e le istituzioni di controllo e gestione (riepiloghi per banche e comuni, DDT, resi, brogliaccio etc...).
Elementi organizzati e coadiuvati da una banca dati centralizzata ed una struttura di rete WIFI dedicata alla quale fanno riferimento più postazioni personalizzate (laptop, tablet, pc desktop, mobile). Una soluzione aperta che permette la sua integrazione in sistemi già esistenti e pronta a confrontarsi con soluzioni di carattere prettamente commerciale o contabile/normativo.
Tracciabilità alimentare e strumenti di ultima generazione per il riconoscimento delle singole casse, derrate o colli possono essere autonomamente gestiti dal sistema. Il tutto fruibile attraverso interfacce operative, intuitive e di semplice utilizzo, che prevedono soluzioni web-based dove ogni singolo cliente o fornitore può realmente identificarsi ed attingere alle informazioni personali che riguardano la fatturazione, la spedizione, DDT e quanto necessario per una corretta comunicazione e gestione degli elementi contabili, fiscali e di produzione. Non uno strumento pre-confezionato bensì uno strumento che viene "cucito" in base alle esigenze del collettivo, che gestisce e conosce le proprie difficoltà operative.

Scenario operativo

Innovazioni introdotte

Network WiFi esteso.
Soluzione client-server dedicata.
Integrazione di elementi mobile (tablet pc) per l’iterazione con il sistema centralizzato.
Interfacce web-based per la gestione semplificata dei flussi informativi riferiti alle soluzioni di vendita, prevendita, acquisizione dati.
APP dedicate alle soluzioni Tablet.
Tracciabilità: implementazione della piattaforma QR3 avanzata.
Sistema di pesatura integrato alla banca dati centralizzata.